1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>
assicurazioni-2012-2013
ordini-servizio-fssi
modulistica-fssi
comunicati-ufficiali-fssi-2012
rimborso-spese-fssi
calendario-fssi-2012-2013

News dai Campionati del Mondo di Nuoto a Coimbra 2011, quinta giornata

PDF Stampa E-mail


penultima-giornata-100-delfino

L'azzurrino Luca Germano, indiscusso protagonista dei Campionati "World Deaf Swimming Championships 2011" insieme all' americano Titus Marcus, è riuscito a centrare un'altra importante medaglia mondiale: si è laureato infatti vice campione mondiale nei 100 metri delfino, con un tempo di tutto rispetto: 55.89. A precederlo, di soli 19 centesimi, il Russo Trishkin Ilya, che già nel corso dei campionati aveva dimostrato una condizione di forma eccellente.
La tattica che Luca ha adottato durante la gara, è stata quella di aspettare gli ultimi 25 metri della vasca di ritorno per sorpassare gli avversari; dopo un passaggio in 26.33 ai primi 50, terzo, preceduto solamente da Trishkin e dall'americano Titus, ha scavalcato quest'ultimo a 6 metri dall'arrivo, ma, veramente per un soffio, non ha sorpreso anche il russo. Se per noi e per il pubblico di Coimbra la gara di Luca è stata un gran successo, per l'azzurro è stata uno stimolo e un incentivo per guardare avanti, all'ultima giornata di gare, in cui l'aspettano i suoi 400 metri stile libero: partirà da favorito, i pronostici sono tutti per lui; a noi resta invece il forte desiderio e la speranza di chiudere questi campionati intonando l'inno di Mameli.

penultima-giornata-foto



4-giornata-oro-100-stile-libero

Le giornate di gare stanno volgendo al termine, e Luca Germano, campione e protagonista indiscusso di questi campionati, continua a stupire: nella gara regina, i 100 metri stile libero, tra tribune stracolme e spettatori con il fiato sospeso, in un'atmosfera surreale mista tra tensione e forti emozioni, Luca ha mantenuto saldo il comando della finale sin dai primi metri, con una partenza bruciante e un primo 50 metri saggiamente controllato.
La prima ed unica virata di gara decretava in testa Luca affiancato dal Russo Ilya Sarykin, distanziati di soli 14 centesimi (25.53 per Luca, e 25.67 per il Russo); l'accelerazione dell'azzurro nella vasca di ritorno ha bruciato non solo il russo, ma anche tutti gli altri avversari che gradualmente hanno recuperato terreno su Sarykin.
Con un secondo 50 metri nuotato in 26.99, Luca ha chiuso con l'ottimo tempo di 52.52, distanziando di 1.20 secondi il Brasiliano Kabbach e di 1.77 secondi l'Ucraino Bystrevsky.
Al tocco finale e all'esultanza, si sono aggiunti il calore e gli applausi del pubblico di Coimbra e delle tribune nella loro totalità che Luca, con i suoi 3 ori e 1 bronzo, è riuscito a ingraziarsi a pieno.

4-giornata-100-stile-oro



foto-luca-terzo-50df

Le soddisfazioni non finiscono nella vasca mondiale di Coimbra: gli azzurri Luca Germano e Francesca Silleni hanno regalato ancora emozioni durante la terza giornata di gare. La prima a scendere in vasca è stata Francesca, che, nonostante non abbia raggiunto l'obbiettivo di una finale pomeridiana, è riuscita a abbassare il primato italiano dei 100 dorso (che già le apparteneva), a 1.18.32. La concorrenza, anche su tale gara, è stata più agguerrita degli anni passati, in virtù di un limite di 1.14 per entrare nella finale mondiale.
A regalarci un'altra medaglia è stato invece Luca Germano, in una gara in cui, a sorpresa, è riuscito a conquistare un bronzo di tutto rispetto: i 50 delfino, gara veloce che non si confà alle sue caratteristiche di mezzofondista. Nonostante una partenza non brillante a causa di una fatalità del tutto accidentale, ha raggiunto la medaglia di bronzo dopo un emozionante recupero nella seconda parte di gara.
Tale specialità è stata dominata dall'Americano Titus Marcus con il crono di 25.17 e dal Russo Trkishkin Ilya con il tempo di 25.42. Da puntualizzare che Luca, se avesse stabilito il suo record personale, avrebbe addirittura conquistato il primo posto; sicuramente riuscirà a concentrarsi e recuperare le sue forze durante le prossime giornate.
In particolare, la giornata di domani sarà di riposo per tutti gli atleti partecipanti a questi mondiali; nonostante questo, Luca sarà impegnato nello svolgimento dei suoi due allenamenti giornalieri, fondamentali per la preparazione delle prossime gare.




coimbra-day-2

La seconda giornata di gare alla vasca mondiale di Coimbra è stata un successo ancor più brillante rispetto alla prima. Luca Germano infatti ha centrato un'altra vittoria, questa volta nella sua specialità: i 200 metri delfino. Favorito sin da subito, ha dovuto lottare a sorpresa fino ai 150 metri con il russo Trishkin Ilya, ma è riuscito, con un secco rush finale, a prenderne le dovute distanze negli ultimi 50 metri. A coronare il successo e a segnare la storia di questa specialità, è stato il suo tempo: 2.01.71, il nuovo "World Deaf Record". Luca non si fermerà però qui; lo aspettano infatti altre 4 gare nei prossimi giorni, e, grazie all'esperienza acquisita nel concentrare molte gare in poco tempo, sta affrontando la trasferta con grande tranquillità e concentrazione, dimostrando una maturità mai acquisita prima. Nelle gare disputate fin'ora, 200m stile e 200m delfino, ha infatti conseguito il suo record personale, e ha eseguito una condotta di gara impeccabile. Non ci resta che augurargli un grande in bocca al lupo!



7agosto-prima-giornata-200-m-stile-libero-010

L’apertura dei World Deaf Swimming Championship non poteva andar meglio per la nostra nazionale. Durante il primo giorno di gare la nazionale italiana ha visto due atleti al via: Luca Germano e Francesca Silleni, entrambi schierati nei 200 metri stile libero.
Francesca, nel corso delle eliminatorie, non è riuscita a superare il 15° posto, costretta ad affrontare una concorrenza agguerrita e più numerosa rispetto agli anni passati, ma è comunque riuscita a migliorare la sua posizione nel ranking mondiale, scavalcando numerose avversarie.
Luca, atleta di punta del team Italiano, ha affrontato le batterie del mattino con estrema tranquillità, riuscendo a centrare l’obbiettivo finale con il quinto tempo (2.01.40). Anche in campo maschile non mancava un’agguerrita concorrenza: i tempi degli otto finalisti erano infatti concentrati in un intervallo di tempo di soli 2 secondi, dall’1.59.9 del polacco Pioro Artur, al 2.02.7 del macedone Stojanoski Andrey. Nel pomeriggio, Luca è riuscito a compiere l’impresa: si è laureato Campione del Mondo dei 200 metri stile libero, precedendo di addirittura 3 secondi il secondo classificato, e migliorando di oltre mezzo secondo il proprio record personale; inoltre, per soli 23 centesimi, Luca non ha conseguito il record mondiale di tale specialità, detenuto dal sud africano Terence Parkins, ottenuto però con i costumi gommati di vecchia generazione.
Questo articolo è stato letto: 3168 volte