Pallavolo femminile, battuta la Russia, ora si aspetta l’avversaria dei quarti

luglio 23rd, 2017 | by EF
Pallavolo femminile, battuta la Russia, ora si aspetta l’avversaria dei quarti
23 Luglio
0

Vince ancora la Nazionale italiana femminile, che batte per 3-1 la Russia, e adesso è ansiosa di conoscere il suo avversario per i quarti di finale, con belle speranze di fare bene da qui in poi. Una squadra in crescita, che deve solo trovare più costanza ed eliminare gli alti e bassi dal suo gioco per diventare davvero una potenza. Partita incredibile quella con la Russia, con tre set combattutissimi, terminati tutti oltre il muro dei 25 punti. L’Italia ha alternato momenti di bel gioco ad altri segnati da distrazioni che hanno consentito alle russe di rifarsi pericolose. Ma nell’ultimo parziale non c’è stata storia e la Russia è crollata sotto i colpi di Tomat e compagne.

Negli altri tre, invece, la battaglia è stata punto a punto, come aveva pronostico il Dt Loredana Bava alla vigilia, conoscendo da tempo l’avversario. Dopo una fase di studio, la Russia sembrava pronta a far suo il 1° set, portandosi in vantaggio per 18-22, ma le azzurre non mollano e riescono a ribaltare l’inerzia chiudendo poi 27-25 con una poderosa schiacciata di Tomat, davvero superba la sua prova. Il secondo set comincia così sulle ali dell’entusiasmo: sembra quasi un massacro sull’11-3 e poi ancora sul 17-8. Poi s’incrina qualcosa, forse l’Italia si sente già il set in tasca e molla la concentrazione lasciando che la Russia risalga (20-19) fino ad impattare sul 24-24. A quel punto è solo questione di nervi, con continui ribaltamenti e lo stesso risultato del 1° set fissato sul tabellone, ma a parti invertite.

Avendo avuto la possibilità di chiudere per due volte, ritrovare l’energia nel terzo set è arduo, ma coach Campedelli trasmette calma e fiducia alla truppa, che ricomincia a macinare il suo gioco, con deliziosi pallonetti alternati a conclusioni potenti, e tiene botta fino all’ultimo, sfilando di mano il set alle russe sul filo del rasoio per 29-27. La partita si chiude lì. Nel quarto set la Russia non ha più niente da dare ed è una cavalcata azzurra che termina 25-12. I sogni cominciano ora.