Comunicato Stampa 27/08/2021

Il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano tra i partner dei Campionati Mondiali di Volley per atleti sordi 

di Chianciano Terme – Chiusi 2021

La collaborazione si va ad aggiungere agli altri accordi già in essere con altre realtà locali e non, completando un ventaglio di tutto rispetto in vista del prossimo avvio del Campionato.

Il forte valore turistico dell’evento, oltre che sportivo e sociale, conduce alla scelta di partner che possano portare un valore aggiunto al territorio ospitante e che si facciano ambasciatori dei prodotti locali, affinché tutte le federazioni presenti possano conoscere – oltre alle innegabili bellezze paesaggistiche – anche le eccellenze enogastronomiche. 

È un onore per il Consorzio che rappresento poter essere partner di una iniziativa così importante a livello internazionale che si svolge proprio nel nostro territorio – commenta il presidente del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, Andrea Rossi – occasioni come questa sono fondamentali per poter comunicare non solo agli addetti ai lavori l’eccellenza che rappresenta il Vino Nobile di Montepulciano, tra l’altro primo Docg d’Italia.

Il Vino Nobile di Montepulciano rappresenta oltre il 70% 

dell’economia locale tra valore diretto e indotto. Numeri importanti per un territorio nel quale su 16.500 ettari di superficie comunale, circa 2.000 ettari sono vitati, ovvero il 16% circa del paesaggio comunale è caratterizzato dalla vite. Di questi, 1.245 sono gli ettari iscritti a Vino Nobile di Montepulciano Docg, mentre 357 gli ettari iscritti a Rosso di Montepulciano Doc. A coltivare questi vigneti oltre 250 viticoltori (sono circa 90 gli imbottigliatori in tutto, dei quali 74 associati al Consorzio dei produttori). Circa mille i dipendenti fissi impiegati nel settore vino a Montepulciano, ai quali se ne aggiungono altrettanti stagionali. Nel 2020 sono stati immessi nel mercato 5,6 milioni di bottiglie di Vino Nobile e circa 2,5 milioni di Rosso di Montepulciano.

Per scaricare il comunicato, clicca qui