Mondiali di bowling: da un’esperienza negativa si deve rinascere

I Mondiali di bowling sordi andati in scena a Taipei non sono stati positivi per gli azzurri che non hanno conquistato nessuna medaglia, nonostante i buoni risultati degli ultimi Europei di Monaco di Baviera di un anno fa quando la squadra femminile raggiunse una medaglia d’argento. “Purtroppo, il Mondiale non è andato come tanto avremmo voluto – commenta il direttore tecnico del settore bowling, Loretta Ciotti – Nessun risultato buono è arrivato da Taipei e ora c’è solo tanta delusione da smaltire. Ci stiamo chiedendo il perché di tutto questo dopo i buoni risultati degli anni scorsi: certo, il fuso ha fatto la sua parte. Appena arrivati, abbiamo avuto giusto un giorno per ambientarci e poi siamo partiti subito con le gare. C’era tanto caldo e tanta umidità fuori mentre all’interno della struttura del bowling c’era l’aria condizionata molto forte e faceva freddo. Dobbiamo accontentarci del sesto posto delle ragazze che è il miglior piazzamento di questo Mondiale ma per rimane comunque una grande delusione. In vista delle Olimpiadi, dobbiamo assolutamente allenarci di più, essere più forti e determinati. Inizieremo a lavorare quanto prima”. Da segnalare il 25° posto per Giuseppa Torrisi, con la finale master mancata per pochissimi birilli.

Post correlati