28-30 Dicembre, Aquila (AQ). Raduno Nazionale della Nazionale di Pallavolo/M

Con il primo Raduno Nazionale FSSI in programma a L’Aquila dal 28 al 30 Dicembre 2018, inizierà la preparazione al prossimo Campionato Europeo di Pallavolo Sordi, dove la nostra Nazionale giocherà in casa, nella città di Cagliari, dal 4 al 14 giugno.

Partirà con un nuovo Staff Tecnico alla guida del quale ci sarà un esperto allenatore Fipav anche docente nazionale, l’abruzzese – Rocco Luciano Bruni – che tra l’altro ha già guidato la Nazionale Under 21 FSSI e ha vinto due scudetti con la squadra del GSS Ancona (uno con il maschile ed uno con il femminile).

Sarà coadiuvato in questa nuova avventura da due allenatori aquilani Stefano Benedetto e Carlo Del Re oltre che dal Mental Coach marchigiano Gabriele Bani, mentre il DT Federale sarà Marco Sabatini, già atleta pluridecorato della Nazionale FSSI.

Il Presidente della FSSI Guido Zanecchia e Il Consigliere Federale Responsabile della Pallavolo Massimiliano Bucca, hanno inteso sviluppare un nuovo progetto tecnico che possa promuovere una crescita e una maggiore visibilità dell’intero movimento pallavolistico maschile sordi.

Il Coach Rocco Bruni ha dichiarato: “Abbiamo voluto fortemente che il primo raduno stagionale di questo nuova avventura si facesse nella città dell’Aquila e ringrazio sin d’ora le tante persone che ci stanno aiutando nell’organizzazione. Abbiamo scelto questa città che ben conosciamo perché rappresenta l’emblema della determinazione e della resilienza, con una popolazione che dimostra sempre grande sensibilità culturale ed emotiva che, nonostante tutto, ha fatto dell’attaccamento alla propria terra e ai suoi valori un elemento di forza. Anche i nostri ragazzi si trovano a superare quotidianamente nella loro vita le tante difficoltà che la condizione di sordità ti mette di fronte e lo sport è certamente una grande scelta che aiuta a superare i limiti e le barriere, noi tutti dello Staff, insieme agli atleti, vogliamo che questi stessi valori di determinazione, resilienza e attaccamento alla maglia azzurra diventino la caratteristica della nostra Nazionale.”

Allegati disponibili


Post correlati