Inaugurata la 19^ edizione delle Winter Deaflympics: Deborah Compagnoni madrina d’eccezione

Emozioni a non finire alla cerimonia di apertura che si è tenuta ieri a Sondrio, in piazza Garibaldi, per inaugurare ufficialmente la 19^ edizione delle Winter Deaflympics, le seconde Olimpiadi dei sordi nella storia d’Italia dopo Madonna di Campiglio nel 1983. A decretare l’apertura dei Giochi, il sindaco di Sondrio Marco Scaramellini che in LIS (Lingua Italiana dei Segni) ha strappato applausi davanti alle delegazioni dei 33 Paesi partecipanti che hanno sfilato tra l’affetto di volontari, addetti ai lavori e cittadini comuni che hanno voluto partecipare all’evento. Un momento impreziosito da uno spettacolo di danza, luci, fuoco con LuxArcana e DDDance di Chiavenna, senza dimenticare la poesia di Fabio Giuranna, poeta sordo che ha unito la LIS alla poesia per raccontare il mondo della sordità. Una serata presentata da Emanuela Zecca alla quale hanno partecipato le istituzioni sportive rappresentate da Piero Samueli, presidente del Comitato Organizzatore, Guido Zanecchia, Presidente della Federazione Sport Sordi Italia, Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico e Kan Cheng, Presidente dell’International Committee of Sport for the Deaf. Con loro, anche i rappresentanti delle istituzioni locali, oltre al sindaco della città ospitante la cerimonia, anche il Presidente della Provincia di Sondrio Elio Moretti, e l’Assessore a enti locali, montagna e piccoli comuni di Regione Lombardia, Massimo Sertori. Gradita ospite la valtellinese, originaria proprio di Santa Caterina Valfurva dove si svolgeranno le gare di sci nordico e sci alpino, Deborah Compagnoni, visibilmente emozionata e colpita da tutta la cerimonia e dal mondo dei sordi e della sua declinazione sportiva: “Sono onorata di essere la madrina di queste Olimpiadi, proprio nella mia terra, dove ho ricevuto i primi premi della mia carriera. È stata un’emozione veder sfilare questi atleti bellissimi, li saluto tutti, il consiglio che do loro è di apprezzare tutto il bello di questi momenti e goderne a pieno. Le gare di sci alpino si terranno nel mio paese, Santa Caterina, sarò lì a vedervi”. Per l’Italia ha portato la bandiera Giacomo Pierbon che quattro anni fa ha vinto 5 medaglie, 3 d’oro e 2 d’argento. Ha acceso il braciere olimpico Erica Dugnani, snowboardista azzurra mentre ha fatto giuramento Francesco Bottallo del curling, per gli atleti, e Franca Dapiran, per gli arbitri. Infine, un momento toccante è stato l’inno d’Italia, segnato da alcuni studenti delle scuole del territorio e cantato da Silvia Mezzanotte. Le gare di curling sono già partite nei giorni scorsi e da oggi si comincia con sci alpino (la discesa libera è stata spostata alle 12 causa nebbia), sci di fondo, hockey su ghiaccio, scacchi, mentre parte dello snowboard si svolgerà anche a Chiesa in Valmalenco: 33 nazioni, 33 gare, più di 1000 persone tra atleti e accompagnatori, tutti numeri da record. La delegazione più numerosa è quella russa con 155 atleti, seguita dalla Cina con 64. L’Italia porta sulle piste 16 atleti tra sci alpino, snowboard, scacchi e curling (in programma anche hockey su ghiaccio e sci di fondo). Presente anche il Brasile che ospiterà, come annunciato nel congresso di martedì di tutte le nazioni aderenti l’ICSD, le prossime Olimpiadi estive dei sordi nel 2021.

PROGRAMMA 13 DICEMBRE
ore 9-11
Curling
Russia-Ungheria
Finlandia- Cina
Usa-Italia
Svizzera-Ucraina
Canada-Korea

Ore 10-12
Snowboard Parallelo (donne e uomini)

Ore 10.30 -12
Sci di fondo
5k donne

Ore 12-14
Sci di fondo
10 km uomini

Ore 15-17
Hockey su ghiaccio
Russia-Canada

Ore 19-21
Curling uomini
Usa-Canada
Russia-Ucraina
Cina-Polonia
Ungheria-Giappone
Svizzera-Italia

Ore 19-21
Hockey su ghiaccio
Finlandia-Usa

IL CONVEGNO “I grandi eventi sportivi, le ricadute sul territorio e il ruolo e il valore dello sport in ambito sociale”

A poche ore dall’inizio della Cerimonia di Apertura delle 19° Winter Deaflympics – Olimpiadi Invernali dei Sordi – si è tenuto il Convegno aperto al pubblico “I grandi eventi sportivi, le ricadute sul territorio e il ruolo e il valore dello sport in ambito sociale”, una iniziativa della Comunità Montana della Valchiavenna, con il Comune di Madesimo, il Comune di Chiavenna, il Consorzio Turistico di Madesimo, il Consorzio per la Promozione Turistica della Valchiavenna.
A moderare la mattinata Giovanni Bruno, editorialista di Sky Sport e grande cultore di tutto il mondo olimpico, estivo ed invernale, che ha aperto il convegno lanciando un video di Antonio Rossi, Sottosegretario con delega ai Grandi Eventi Sportivi della Regione Lombardia, che, in lingua LIS, ha augurato a tutti gli atleti buona fortuna.
A seguire, il benvenuto delle istituzioni locali, rappresentate da Davide Trussoni, Presidente della Comunità Montana della Valchiavenna, Luca Della Bitta, Sindaco di Chiavenna e Franco Masanti, Sindaco di Madesimo. Tutti si sono mostrati orgogliosi di ospitare un evento dal calibro olimpico, che ha portato grande entusiasmo tra i cittadini.
Dopo una pillola video sul territorio della Valchiavenna e la sua offerta turistica, è salita sul palco Emma Sarti, Senior Consultant Avanzi che ha sottolineato il fondamentale ruolo dello sport nell’ambito sociale: in termini di sostenibilità, parità di genere, integrazione e promozione di benessere e stili di vita sani.
Il suo intervento è stato di introduzione alla prima tavola rotonda, i cui protagonisti sono stati Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Kang Chen, Presidente dell’International Committee of Sports for the Deaf, Guido Zanecchia, Presidente Federazione Sport Sordi Italia, Pieralessandro Samueli, Presidente COL e Consigliere Direttivo Ente Nazionale Sordi e Claudio Arrigoni, giornalista della Gazzetta dello Sport
Tantissimi i temi emersi da questo panel, primo tra tutti l’importanza dello sport come strumento positivo di aggregazione, ed è proprio lo sport che è in grado di farci cambiare la percezione sulla disabilità: non si deve più parlare di sport per disabili ma di attività sportiva paralimpica.
Breve momento di rottura con il video di presentazione delle attività sportive della Valchiavenna ed è stato poi il momento di Gianluca Mazzardi, Commercial Director di Nielsen Sports, che ha illustrato una ricerca sull’indotto di un evento sportivo, in termini quantitativi e qualitativi, facendo anche dei riferimenti al caso particolare delle Winter Deaflympics.

Mazzardi ha aperto il secondo panel del convegno con focus Grandi Eventi Sportivi, i cui protagonisti sono stati Ippolito Sanfratello, Segretario Generale della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, Eddy Piedepalumbo, Responsabile Sviluppo del canale Agenti Gruppo Helvetia Italia, e due atleti olimpici dello sci alpino ossia Pietro Vitalini ed Elisabetta Biavaschi.

Ognuno ha portato sul tavolo la propria esperienza in termini di grandi eventi sportivi sottolineando l’incredibile opportunità che possono rappresentare per i territori.

Helvetia, Proud Partner della Valchiavenna, ha spiegato come il Gruppo aziendale sia da sempre vicino agli sport invernali e ai valori sociali degli atleti, e del perché hanno voluto sposare il messaggio di accoglienza del territorio nei confronti di questo grande evento. A testimonianza di ciò i due Ambassador Helvetia, Marta Bassino e Luca De Aliprandini, hanno prodotto un video di benvenuto per gli atleti in lingua LIS.

È stata una giornata densa di emozioni e propedeutica per riflettere su quanto sia importante il ruolo dello sport nello sviluppo turistico e, ancor di più, in ambito sociale. Un momento anche per illustrare lo straordinario lavoro fatto dai territori che hanno voluto fortemente l’evento e, con un grande lavoro di squadra, si sono fatti trovare pronti.

Post correlati