La FSSI ha partecipato alla formazione BLSD-PBLSD

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

La giornata del 23 marzo 2015 si è avverata importante e storica: abbiamo svolto un Corso di Formazione di BLSD e PBLSD (rianimazione cardiopolmonare con l’uso del defibrillatore automatico), progettato inizialmente dal dott. Luca Rotondi e poi organizzato insieme con due associazioni (“Rewind” e “Il filo della Vita”) in stretta collaborazione con la commissione CARIS Tor Vergata, presso la Facoltà d’Ingegneria dell’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma.

Hanno partecipato all’evento formativo ben 30 sordi, alcuni sono atleti e dirigenti delle Società affiliate alla FSSI, che hanno risposto positivamente all’invito via mail del Coordinatore di Tsn della FSSI del 4 marzo 2015, sotto l’insegnamento dei 29 Istruttori Nazionali, compreso il dott. Luca Rotondi, un Istruttore Nazionale del Salvamento Academy, accreditato presso il Sistema Sanitario Regione Lazio ARES 118 con delibera n.366 del 16 dicembre 2014.

Il Presidente FSSI, Sig. Guido Zanecchia, il Coordinatore di Tsn della FSSI e il dott. Luca Rotondi, hanno partecipato nel dibattito d’apertura del Corso insieme con il Prorettore dell’Università Tor Vergata, Prof. Claudio Franchini, la Direttrice Generale della “Fondazione Policlinico Tor Vergata”, Dott.ssa Tiziana Frittelli, l’On. Sveva Belviso, Consigliere Capitolina, principale sostenitore della proposta della delibera di Roma Capitale per il riconoscimento della LIS – Lingua dei Segni Italiana e la principale promotrice della proposta di Legge di iniziativa popolare sull’obbligo dei defibrillatori nei luoghi di lavoro, il Prof. Pier Gianni Medaglia, Delegato del Rettore per la Disabilità dell’Università Tor Vergata e la Prof. Vanessa Migliosi, ex vice presidente FSSI, ex membro ICSD, docente di scuola secondaria ed operatore BLSD-PBLSD. Il moderatore dei dibattiti è stato il Dr. Marco Sciarra, Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione dell’Università Tor Vergata.

Il corso formativo ha una grande importanza, nella vita sportiva e nella vita di tutti i giorni, per tutti i sordi per migliorare la loro gestione personale, data la loro difficoltà comunicativa durante l’emergenza che fa perdere un tempo prezioso per salvare la vita della vittima a causa anche del panico.

Inoltre, dal 1° Ottobre 2015 sarà obbligatoria la presenza del defibrillatore in tutte le sedi (campo, palestra, etc..) delle attività pratiche sportive amatoriali.

Così, si è compiuto un importante passo avanti per l’integrazione ed inclusione totale dei sordi nel mondo BLSD-PBLSD e per un forte abbattimento delle barriere della formazione.

Foto di: Veronica Gonzales

Allegati disponibili


Post correlati