Lo staff della Nazionale di Volley sorde accoglie una stella azzurra: Simona Rinieri

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Simona Rinieri, ex capitana della Nazionale italiana di volley, entra nel mondo Fssi mettendo a disposizione il suo carisma e la sua grande esperienza a vantaggio della Nazionale sorde, che negli ultimi anni si è fregiata dell’argento olimpico e dell’oro europeo. Raggiante il presidente federale: “Sono molto contento che una figura così importante entri a far parte della nostra Nazionale di pallavolo, è un grande onore per tutta la federazione” ha dichiarato il presidente Guido Zanecchia. Campionessa del mondo nel 2002, Simona sarà l’assistant-coach di Alessandra Campedelli che ha rinnovato il suo staff, accogliendo come vice allenatrice Greca Pillittu. Un bel tris per il Dt Loredana Bava.
“La scintilla è scattata quando Alessandra Campedelli mi ha parlato di questa realtà e lo ha fatto con grande passione – spiega la Rinieri -. Ho avvertito il desiderio forte che c’è di far crescere ancora questo progetto e queste ragazze, che già hanno fatto tanto, ma che possono fare anche di più e forse non ne sono consapevoli. Sfruttando le mie esperienze, potrò aiutarle a percepire il volley in modo ancor più professionstico: questo ruolo che mi è stato proposto sinceramente mi coinvolge e gratifica anche più dell’idea di fare l’allenatrice”. Una proposta che ha convinto Simona a tornare in un mondo, quello del volley, che aveva abbandonato del tutto a fine carriera, ma che ancora ama profondamente: “Sono attratta dalle sfide e questa mi sembra davvero bella ed emozionante – ammette l’ex azzurra -. Oltre che aiutare le donne a tirare fuori il loro potenziale è una cosa che mi appassiona e che faccio anche in altri campi”.
Felice coach Campedelli di poter avere al fianco un personaggio del genere: “Oltre a darmi una mano in palestra – dice -, Simona trasmetterà la mentalità e la professionalità necessarie a chi va a rappresentare l’Italia in manifestazioni internazionali”.
A completare il nuovo staff la vice allenatrice Greca Pillittu, chiare origini sarde, veronese adottiva da vent’anni. Ha allenato la selezione regionale del Veneto, la selezione provinciale di Verona ed ha alle spalle diversi campionati di serie B, affrontati sempre con atlete giovani: “Un altro punto a nostro favore. Dal punto di vista tecnico è una sicurezza, da quello umano di più – così la presenta Campedelli -: Greca è un’insegnante ed ha un bellissimo modo di trasmettere le sue conoscenze, ciò che vuole far passare alle ragazze. Una persona vera, che quando si dedica a qualcosa lo fa al mille per mille”.
Sfumati i Mondiali a causa dell’emergenza sanitaria, la Nazionale di volley tornerà presto al lavoro con il grande obiettivo delle Deaflympics 2021 brasiliane davanti. A novembre è fissato il primo raduno. Il miglior in bocca al lupo per altri grandi successi è arrivato anche dallo sponsor di maglia, Cattolica Assicurazioni.

Post correlati