EDCC 2021 a Lodtz. Seconda partita degli azzurri ai Campionati Europei di Curling

Seconda partita degli azzurri ai Campionati Europei di curling, a Lodtz. Contro la Polonia padrona di casa finalmente una prestazione che ha messo in luce le vere potenzialità della nostra Nazionale, sconfitta, ma a testa alta 9-6. “Nei primi due end – racconta il Ct Davide Flora – il nostro obiettivo era di tenere la Polonia vicina, e ci siamo riusciti, prendendo un solo sasso per ogni end e andando a marcare il nostro primo al terzo. Poi si è spenta la luce nel quarto end, decisivo ai fini del risultato, dove abbiamo incassato 4 sassi”. Ma nulla era ancora compromesso: sul 6 a 1, l’Italia risponde con una grande mano e con 3 punti in casa: 6-4 alla pausa. “Poi alla sesta mano i polacchi hanno commesso un errore, toccando inavvertitamente un sasso loro dopo una bocciata e si è aperta una discussione tra noi coach – spiega ancora Flora – e i giudici hanno deciso di lasciare la decisione ai giocatori in campo pur avendo visto l’errore. La nostra squadra ha deciso che il sasso fermato con il piede era da bruciare e così abbiamo rubato altri 2 punti pareggiando la situazione”. Sul 6 pari la preoccupazione della Polonia era visibile, coi giocatori di casa nervosi e preoccupati. “La ripartenza però ci ha visto soccombere nelle ultime mani e alla fine la partita si è conclusa 9 a 6. Abbiamo giocato la nostra prima partita a livello internazionale combattuta su ogni sasso e l’abbiamo persa solo ed esclusivamente per inesperienza. Ma domani è un altro giorno: contro Ucraina e Ungheria si concluderà il nostro torneo, nulla è perduto”.

Domani mattina ore 9 Italia – Ucraina e ore 18 Italia – Ungheria

Post correlati